ToscanaTv canale 18 sul digitale terrestre in Toscana

Senza fissa dimora: gli operatori di strada affiancati da legali, psicologi e infermieri
TOSCANA - 16/04/2018 - Il progetto voluto dall'amministrazione è stato pensato per aiutare le persone in difficoltà economica e psicologica. I mediatori della cooperativa Pane e Rose e Il Cenacolo una sera e due mattine saranno alla stazione centrale

Gli operatori di strada della cooperativa Pane e Rose e Il Cenacolo, dopo aver lavorato con i tossicodipendenti, si rivolgono anche a chi vive in strada attraverso il progetto Progetto NOI - mediazione di Strada. Lo scorso anno è iniziata una fase sperimentale che è stato rinnovato per il 2018 con un coofinanziamento fra le Ferrovie dello Stato , la Regione e il Comune che ha contribuito con 15 mila euro, capofila il Pin. Sei gli operatori , tra cui uno psicologo, un infermiere e un legale che oltre ad essere presenti per tre giorni alla settimana alla mensa La Pira andranno alla stazione centrale per due mattine e una sera per monitorare la situazione e avere un primo contatto con le persone che dormano nell’atrio o sui binari. “Lo scorso anno - spiega il coordinatore del progetto Marco Ceccarelli - in otto uscite sono state intercettate 120 persone, saremo presenti anche alla biblioteca Lazzerini e attiveremo un numero telefonico a cui risponderà un operatore 24 ore su 24. Per tre nuclei familiari già seguiti dai servizi sociali, verrà creato un percorso specifico verso l’autonomia abitativa. Periodicamente ci saranno incontri con i servizi sociali del comune di Prato, per concordare e confrontarsi su casi ben specifici”. Gli operatori collaborano sistematicamente anche con i comitati cittadini, lo scorso anno, l’attività di mediazione e sostegno degli operatori e dei professionisti ha coinvolto 1145 persone che vivono una condizione di marginalità, 712 uomini, 433 donne e una famiglia, 401 persone hanno tra i 41- 50 anni, 297 tra i 31 e i 40, 212 tra i 51-60 anni, 159 tra i 19 e i 30 anni, poi 5 minori e 82 persone oltre i 61 anni. “La marginalità è un problema in fase di oggettiva crescita- spiega il vicesindaco Simone Faggi - ne abbiamo avuto la conferma affrontando l'emergenza freddo di questo inverno, in cui abbiamo accolto nelle notti più fredde 40 persone invece delle 20 degli anni passati. La presenza continuativa degli operatori in strada ci consente di identificare ed affrontare le situazioni a rischio, collaborando con i cittadini in un processo sia di prevenzione del disagio che di promozione del benessere e del decoro urbano. Progetto NOI, per esempio, ci ha permesso di affrontare in maniera civile una situazione particolarmente delicata come lo sgombero dell'ex Valore avvenuto nello scorso anno: grazie all'intervento degli operatori è stato possibile trovare un punto di contatto con gli occupanti e trovare insieme, prima dello sgombero, nuove soluzioni per la loro accoglienza".

I TELEGIORNALI


Guarda il TG LIS

da lunedi a sabato ore 18.50


Guarda il TG TOSCANA
13.45 - 19.00 - 20.30 - 00.50
Rivedi le ultime edizioni


Guarda il TG FLASH

11.00-12.00-15.00-16.00
17.00-18.00-21.30-22.30


I PROGRAMMI




DI INTERESSE