ToscanaTv canale 18 sul digitale terrestre in Toscana

Poste, a rischio paralisi il servizio di consegna. Cgil: "Ripristinare il recapito quotidiano"
TOSCANA - 12/09/2017 - La situazione destinata ad aggravarsi quando diventerà pienamente operativo l'accordo stipulato a livello nazionale con Amazon, che solo su Prato piazza almeno mille pezzi al giorno.

A Prato il sistema di recapito postale rischia la paralisi. La nuova modalità a giorni alterni, partita oltre un anno fa, sta creando numerosi disagi ai cittadini, tra consegne mancate o in netto ritardo. Stiamo parlando di un territorio che conta 10mila raccomandate il giorno e l'incidenza più alta in Toscana per prodotti postali. Spesso viene lasciato un avviso di giacenza atti a casa che costringe poi l'utente a recarsi all'ufficio postale per ritirare la raccomandata con notevole perdita di tempo per tutti. I dati sono destinati a peggiorare quando diventerà pienamente operativo l'accordo stipulato a livello nazionale con Amazon, il colosso della vendita on line che ad oggi ha standard di consegna molto elevati e che solo su Prato piazza almeno 1000 pezzi al giorno. Non va meglio agli operatori del settore costretti a smistare una montagna di posta su zone più ampie con lo stesso tempo a disposizione. La suddivisione dell'area è stata rimodulata in occasione del nuovo sistema a giorni alterni ed è passata da 122 a 91 zone. I postini sono proprio 91, solo uno per zona. Un'altra ventina sono di "scorta" e altri 30 allo smistamento. Pochi, tanto che la Slc Cgil Area vasta denuncia un uso eccessivo degli straordinari, l'aumento degli infortuni e dei provvedimenti disciplinari per i portalettere. Non solo, secondo il sindacato il taglio del personale del 30% è stato attuato in piccola parte spostando qualche persona agli sportelli perchè di fatto "le stesse Poste si sono rese conto che questo nuovo modello su Prato non funziona". Da qui la richiesta di ripristinare il recapito quotidiano e di pensare a un modello che soddisfi le esigenze dei privati cittadini e delle aziende. Richiesta accompagnata dalla quarta apertura del "Conflitto di lavoro" dall'inizio dell'anno, che va ad aggiungersi a quelle già avvenute nel 2016. "E' una sperimentazione fallimentare. - afferma Gianluca Balli, coordinatore della Slc Cgil Area vasta - Costa di più e offre un servizio scadente. Chiediamo all'azienda di incontrarci nuovamente per dare una svolta al piano". Poste ha 10 giorni per rispondere al sindacato che altrimenti potrà procedere con lo sciopero, nella migliore delle ipotesi delle prestazioni aggiuntive, nella peggiore dell'intera giornata coinvolgendo anche gli uffici postali. "Se l'azienda continuerà con questo sistema di recapito a giorni alterni - spiega Luca Degl'Innocenti della Flc Cgil - rischia di perdere una commessa importante come quella di Amazon che consegna il primo giorno utile nel 93% dei casi. Ora su Prato non c'è questa qualità".

I TELEGIORNALI


Guarda il TG LIS

da lunedi a sabato ore 18.50


Guarda il TG TOSCANA
13.45 - 19.00 - 20.30 - 00.50
Rivedi le ultime edizioni


Guarda il TG FLASH

11.00-12.00-15.00-16.00
17.00-18.00-21.30-22.30


I PROGRAMMI




DI INTERESSE