ToscanaTv canale 18 sul digitale terrestre in Toscana

Omicidio Costanzo, la vicina:"Anna alle undici era ancora viva"
TOSCANA - 17/02/2017 - Omicidio Costanzo, la vicina:"Anna alle undici era ancora viva"

Alberto Novembri si è trovato solo, senza soldi e con un biglietto stropicciato nella tasca del giubbotto, seduto su una panchina della stazione Termini. Ha preso il telefono, ha chiamato un amico e ha confessato. Da quel momento i carabinieri hanno impiegato poco tempo per rintracciarlo. L'uomo di 70 anni accusato di aver ucciso la moglie Anna Costanzo, strangolata con un cavo del computer, aveva lasciato la sua abitazione di Porto Santo Stefano, Grosseto, con la donna ormai priva di vita. I militari lo hanno trovato in una carrozza del treno a Capalbio Scalo poco prima di mezzogiorno. Non ha più parlato, Novembri, fino all’interrogatorio di ieri pomeriggio davanti al sostituto procuratore Maria Navarro e al suo avvocato, Roberto Cerboni. Ha pianto, si è disperato. «Mi dispiace, non volevo farlo» avrebbe detto. Adesso è sottoposto a fermo per omicidio volontario aggravato dal vincolo di parentela. Il suo legale lo descrive come un uomo pentito giustificando il suo allontanamento con un "non sapeva cosa fare". Ma l’intenzione di andare a costituirsi, per l’avvocato del settantenne, è stata chiara fin da subito. Sullo sfondo della tragedia, ci sarebbe una storia recente di depressione. Anna non stava bene e negli ultimi tempi le liti con il marito erano aumentate. Pochissimi erano a conoscenza di quelle liti, nessuno poteva prevedere che Novembri, potesse fare una cosa del genere, queste le dichiarazioni di una vicina di casa.

I TELEGIORNALI


Guarda il TG LIS

da lunedi a sabato ore 18.50


Guarda il TG TOSCANA
13.45 - 19.00 - 20.30 - 00.50
Rivedi le ultime edizioni


Guarda il TG FLASH

11.00-12.00-15.00-16.00
17.00-18.00-21.30-22.30


I PROGRAMMI




DI INTERESSE