ToscanaTv canale 18 sul digitale terrestre in Toscana

Giornata mondiale del rifugiato, a Prato momenti di approfondimento alternati a gioco e musica
TOSCANA - 19/06/2017 - Ecco il programma preparato dal Comune, assieme all'Opera Santa Rita e all'Arci, che gestiscono sul territorio strutture per richiedenti asilo e rifugiati

Prato celebra la giornata del rifiugiato, il 20 giugno, con un ricco calendario di eventi che alternerà momenti di riflessione sull'attualità a musica e sport. Il programma è stato presentato questa mattina, 19 giugno, in palazzo comunale alla presenza dell'Opera Santa Rita e dell'Arci che gestiscono la rete di accoglienza sul territorio attraverso i Cas, centri di accoglienza staordinaria che ad oggi ospitano 750 richiedenti asilo, e il sistema Sprar che si occupa di 52 rifugiati politici. Entrambe le associazioni hanno organizzato una serie di appuntamenti per l'occasione e per l'Arci sarà anche un modo per festeggiare il sessantesimo anniversario della fondazione. "Il 20 giugno è per noi l'occasione per riflettere su ciò che accade attorno a noi e per valorizzare il lavoro svolto sul territorio. - afferma il vicesindaco Faggi - Ribadiamo la volontà politica di tutelare il diritto alla protezione internazionale soprattutto in un momento come questo in cui tutte le forze politiche opposte al governo manifestano posizioni di chiusura. Sullo ius soli siamo in ritardo di almeno 10 anni. La legge non prende in considerazione il contesto attuale. Si comincia stasera, 19 giugno. Alle 21.15 alla corte delle sculture della biblioteca Lazzerini, l'Opera Santa Rita porterà in scena “Big Bang Orestea – Segnali di Giustizia da Eschilo a Pasolini ”, lo spettacolo della compagnia teatrale “Ciurma storta” con protagonisti i richiedenti asilo, già andato in scena a Montemurlo il mese scorso. Domani mattina dalle 9.30, la sede dell'ente, in via Cappuccini, ospita un convegno sulla dimensione spirituale del migrante e sul ruolo giocato dal dialogo religioso nei processi di inclusione. Parteciperanno l’Imam di Firenze Izzedin Elzir, il rabbino – sempre del capoluogo toscano – Rav Joseph Levi, Mons. Nedo Mannucci, Vicario Generale della Diocesi di Prato, Bernardo Gianni, Abate del Monastero di S. Miniato al Monte, Paolo Ciani, membro della Comunità di Sant'Egidio e Paolo Naso, della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia. Nel pomeriggio, dalle 17.30, spazio al gioco con il triangolare di calcio al campo sportivo Rossi di viale Galilei che vedrà sfidarsi i profughi e le rappresentative dei juniores del Coiano e degli allenatori e dei genitori dei piccoli giocatori. Il programma si chiuderà il 21 giugno a Officina Giovani con la festa dell'Arci provinciale. Si comincia alle 18 con un incontro sulla legge per i minori stranieri non accompagnati a cui seguirà l'esibizione del laboratorio musicale dei profughi e dei rifugiati. Dopo cena concerto degli Assalti frontali con la proiezione del video girato in Libano "La fine dei sospiri".

I TELEGIORNALI


Guarda il TG LIS

da lunedi a sabato ore 18.50


Guarda il TG TOSCANA
13.45 - 19.00 - 20.30 - 00.50
Rivedi le ultime edizioni


Guarda il TG FLASH

11.00-12.00-15.00-16.00
17.00-18.00-21.30-22.30


I PROGRAMMI




DI INTERESSE