ToscanaTv canale 18 sul digitale terrestre in Toscana

Sanità, tempi lunghi per le visite programmate: solo meno della metà rispettano gli standard
TOSCANA - 11/01/2018 - Bene elettrocardiogramma e ginecologia ma per Ecografia della mammella e Esofagogastroduodenale nessuna richiesta è stata assegnata nei tempi corretti. La scorciatoia dei medici è chiedere esami "urgenti" anche quando non lo sono

“I tempi delle visite programmate per alcune specialità non vengono mai rispettati, per questo i medici di famiglia devono forzare la mano chiedendo la differita e la breve, cioè canali più veloci”. La denuncia è della consigliera di maggioranza Rosanna Sciumbata che da mesi porta avanti una battaglia contro i tempi di attesa molto lunghi assegnati dal Cup. Sulla base dei dati relativi al mese di dicembre, la maglia nera va alle visite di gastroenterologia dove praticamente nessuna richiesta è stata assegnata nei 30 giorni previsti dalla legge, il podio dell’ eccellenza invece tocca agli appuntamenti per l’elettrocardiogramma che soddisfano oltre il 99% delle richieste nei tempi previsti (136 su 135). Nel mezzo una situazione di luci e ombre che comunque dimostra una certa criticità del servizio di visite programmate lontane dagli standard previsti. Esami che prevedono un appuntamento in massimo 15 giorni Complessivo degli occhi su 756 richieste meno della metà cioè 365 sono state assegnate nei tempi giusti (48%) Visita otorinolaringoiatrica su 112 domande quelle evase nella tempistica sono state 41 (31,5%) Visita cardiologica il 70% delle richieste hanno rispettato i tempi:181 su 258 Visita di chirurgia generale soltanto 2 su 146 (1%) sono rientrate nei 15 giorni Visita dermatologica l’8% (28 su 372) delle prenotazione sono state assegnate secondo i parametri previsti Visite ginecologiche oltre il 99% nei tempi previsti (57 su 58) Visite neurologiche su una richiesta di 123 impegnative soltanto 24 in linea con la tempistica prevista (20%) Visite ortopediche il 9% assegnato correttamente (18 su 109) Visite oncologiche, nessuna di quelle programmate rientrano nei tempi, anche se in realtà le richieste sono solo 2. Visite urologiche solamente 12 su 126 sono in regola (10%) Esami con tempistica massima di 30 giorni Colonscopia 94 le richieste, 5 solamente sono rientrate nei tempi (5%) Ecografia 322 le domande che sono state fatte al Cup che è riuscito ad assegnare il 20% (66) entro lo scadere del mese previsto Ecografia addominale sono 110 (20%) i pazienti che hanno avuto l’appuntamento entro i 30 giorni su un totale di 564. Ecografia della mammella e Esofagogastroduodenale nessuna richiesta è stata assegnata nei tempi corretti, rispettivamente le domande sono state 87 e 165 Visita allergologica su 224 prenotazioni 55 evase correttamente (25%) Visita di chirurgia vascolare 27 su 5 (19%) Visita fisiatrica solo per 2 su 158 domande sono stati rispettati i tempi Visita gastroenterologica nessuna delle 43 richieste è stata effettuata nei 30 giorni Visita pneumologica solo il 31% è stato assegnato nei tempi previsti (24 su 75) Visita reumatologica su 9 solo 1 è stata effettuata nei tempi previsti. Risultati decisamente migliori se sull’impegnativa viene evidenziata l’urgenza: “Analizzando i numeri – continua Sciumbata – mi pare che le urgenze siano eccessive rispetto alle richieste normali”. La consigliera ha presentato anche un’interrogazione in Consiglio comunale per il servizio Cup gestito dai medici. “Solo pochi hanno accesso a questo percorso creando così pazienti di serie A e di serie B”. alessandra agrati

I TELEGIORNALI


Guarda il TG LIS

da lunedi a sabato ore 18.50


Guarda il TG TOSCANA
13.45 - 19.00 - 20.30 - 00.50
Rivedi le ultime edizioni


Guarda il TG FLASH

11.00-12.00-15.00-16.00
17.00-18.00-21.30-22.30


I PROGRAMMI




DI INTERESSE