ToscanaTv canale 18 sul digitale terrestre in Toscana

Campagna elettorale, Renzi e Minniti al Teatro Niccolini di Firenze
TOSCANA - 12/02/2018 - Incontro elettorale al Teatro Niccolini di Firenze tra il segretario del Pd, Matteo Renzi e Marco Minniti, ministro dell'Interno. "Giovedì il Pd sarà a Sant'Anna di Stazzema per la firma nell'anagrafe antifascista" ha detto Renzi

E' dal teatro Niccolini di Firenze che Matteo Renzi, segretario del Pd, fa un bilancio dell'operato del proprio partito inserendelo in quello che di fatto è un incontro elettorale a cui ha partecipato anche il ministro dell'Interno Marco Minniti. Ma sono tanti gli argomenti toccati da Renzi, che ha aperto la sua giornata di campagna con un incontro con i presidenti dei centri commerciali naturali di Firenze e i rappresentanti delle categorie economiche. Non poteva mancare un elogio al capoluogo toscano che lo ha visto sindaco. "In questi anni questo territorio ha fatto un passo in avanti: in alcune zone del paese invece si è fatto un passo indietro", ha detto. Ed è proprio per sostenere il mondo del commercio che Renzi propone una legge che tenga insieme la promozione, l'artigianato artistico, gli esercizi storici sul territorio, con un termine specifico all'interno della norma e cioè 'bottega'. Poi, virando sul fronte elezioni, afferma "Il Pd sarà il primo partito, alla faccia dei gufi". Un partito orgogliosamente antifascista che giovedì si riunirà a Sant'Anna di Stazzema per la firma nell'anagrafe antifascista. Altro tema affrontato quello della certezza della pena. In teatro sono stati ricordati i casi di violenza e di morte di Pamela Mastropietro e Jessica Valentina Faoro seguiti da un applauso della platea in segno di rispetto per queste due giovani vite spezzate. " A me non interessa la carta d'identità del killer, ma che stia in galera e che ci resti". Ha concluso il segretario, lasciando poi la parola al Ministro Minniti che ha raccontato di essere stato a Macerata, con il sindaco Romano Carancini, e con il ministro della Giustizia Andrea Orlando in seguito al raid razzista di Luca Traini. Il 28enne che il 3 febbraio scorso ha sparato a sei persone, tutti africani. Una follia legata al delitto di Pamela. Traini infatti ha colpito e ferito nella stessa zona dove abitava il presunto colpevole del delitto della ragazza.

I TELEGIORNALI


Guarda il TG LIS

da lunedi a sabato ore 18.50


Guarda il TG TOSCANA
13.45 - 19.00 - 20.30 - 00.50
Rivedi le ultime edizioni


Guarda il TG FLASH

11.00-12.00-15.00-16.00
17.00-18.00-21.30-22.30


I PROGRAMMI




DI INTERESSE